… QUANDO IL BAGNO …

Ristrutturare un bagno non è mai così semplice, neppure se si mantengono inalterate le posizioni dei vari sanitari. Inoltre, al momento di prendere le varie decisioni, ci si...

854 648
854 648

Ristrutturare un bagno non è mai così semplice, neppure se si mantengono inalterate le posizioni dei vari sanitari.

Inoltre, al momento di prendere le varie decisioni, ci si chiede se le scelte effettuate siano corrette………….quelle piastrelle andranno bene? Il lavabo sarà sufficientemente grande? Lo stile contemporaneo è anche pratico o è meglio scegliere qualcosa di più retrò ma che dia  maggiori garanzie?

Nel nostro caso si è optato per la progettazione di due differenti ambientazioni, proprio per dare la possibilità al cliente di valutare in entrambe le situazioni i pro e i contro.

Innanzitutto, come si vede nella parte sinistra della tavola si sono volute inserire 5 diverse proposte che riguardano il posizionamento del pavimento del bagno.

Ovviamente esistono infinite soluzioni e la scelta del disegno definitivo dovrebbe essere presa dopo aver stabilito con sicurezza quale tipologia di piastrella prediligere. Nel posizionare le piastrelle l’avvertenza è quella di partire sempre dal centro delle pareti e procedere simmetricamente nei due sensi per evitare di trovare negli angoli quei fastidiosi piccoli ritagli.

La prima soluzione proposta riguarda un bagno retrò ripensato in chiave contemporanea. I colori scelti sono sostanzialmente tre e vengono mescolati per rendere l’ambiente armonioso.

Il pavimento è costituito da piastrelle 20 x 20 disposte a 45° di colore azzurro-indaco. La disposizione sulle pareti è stata realizzata invece con piastrelle 10 x 30 color azzurro polvere, doppio bordo color azzurro-indaco 2,5 x 15, che richiama il pavimento, intervallato da piastrelle a mosaico tessera tono su tono.

Volutamente si è pensato di piastrellare le pareti sino ad un’altezza di 110 cm per creare un senso di ampiezza nel bagno stesso.

Per la zona lavandino è stato scelto un mobile in stile Decò, bianco decapato con sgabellino e lampade a parete coordinate. Il tutto è impreziosito da uno specchio in metallo color argento.

La vasca da bagno è posizionata di fronte ai sanitari che sono stati divisi dal lavabo grazie a un piccolo muretto. Per la nicchia si è pensato di creare dei ripiani dove poter sistemare vari prodotti e accessori, chiusa da un’anta nello stile del mobile-lavabo.

Sul ripiano vicino alla vasca, per non ostruire troppo la visuale, si è pensato di utilizzare dei semplici cesti dove poter riporre oggetti di uso quotidiano.

Nella seconda soluzione lo stile è decisamente più moderno. I sanitari sono divisi dal lavabo con un semplice vetro temprato satinato.

Il mobile del lavandino color wengè ha forme semplici e lineari.

Si è pensato ad un’opzione con la doccia o eventualmente vasca con doccia incorporata. Le piastrelle del pavimento 30 x 50 sono posizionate in senso trasversale, mentre sulle pareti si è pensato ad un’opzione di piastrelle 10 x 30 posizionate in senso orizzontale per un’altezza di 70 cm sia rispetto al pavimento che al soffitto, intervallate da piastrelle 30 x 50, richiamo al pavimento, con disegno geometrico.

Elena – ArchitetturaIN

www.architrtturain.it

In this article
-->