GIARDINO PAESAGGISTICO ……fai da te

Gran Bretagna, Olanda, Danimarca……no. Semplicemente ci troviamo nel giardino dei nostri amici A. e S. in un piccolo paese della provincia di Torino. Solitamente in Italia siamo abituati...

9865 3360
9865 3360

Gran Bretagna, Olanda, Danimarca……no.

Semplicemente ci troviamo nel giardino dei nostri amici A. e S. in un piccolo paese della provincia di Torino.

Solitamente in Italia siamo abituati a trovare giardini e parchi che seguono schemi prestabiliti, forme geometriche e simmetrie, tutto basato sul principio dell’ imposizione dei canoni umani sulla natura.

La nostra coppia, trasferitasi nella campagna piemontese dopo una vita frenetica e dedicata completamente al lavoro, ama a tal punto la natura che l’ha  invece lasciata entrare nella propria abitazione in modo casuale proprio come succede nei cosiddetti “Giardini all’inglese”.

Questi giardini hanno come caratteristica principale l’illusoria apparenza di essere un territorio naturale, quasi selvaggio e lasciato appunto al caso. Gli architetti del verde inglesi avevano infatti introdotto nel XVIII secolo il landscaping, ovvero l’arte di fondere il giardino con il paesaggio dove la semplicità e la morbidezza delle forme si contrapponevano alla rigidezza e alla finzione visibile nei giardini alla francese e all’italiana.

In questo giardino si vedono, piante, fiori e arbusti in ogni dove. Non esistono regole nel seminare o nel piantare, tutto cresce secondo natura.

Troviamo alberi da frutta meli, melograni, fichi, e vasi di peperoncino accanto a siepi di lavanda, ortensie e piante grasse che addirittura crescono tra le pietre.

Insomma, un vero tripudio di bellezza e natura.

Ovviamente ciascuno di noi può creare un giardino come questo. Non hanno importanza lo spazio o nozioni specifiche di giardinaggio. La cosa importante è avere un po’ di passione e lasciare che la natura segua il suo corso.

Il segreto sta nel curare il tutto ma senza imporre troppo la nostra presenza.

Elena

www.architetturain.it

In this article
-->